giovedì 3 dicembre 2015

# La Stanza degli Ospiti

Bellemaibanali.com



Quest’oggi ho per voi un post molto particolare, oserei dire persino strano, soprattutto per chi mi conosce molto bene. Refrattaria a tacchi a spillo, gonne, trucco, parrucco e tutto questo genere di cose che fa molto “donna”, la sottoscritta gira perennemente in jeans, scarpe da tennis, felpa, coda di cavallo e nemmeno un filo di trucco, con somma pace di mia suocera che gradirebbe una nuora decisamente più femminile, aggraziata e magari anche meno scaricatore di porto quando parla ^^’.

Sono la personificazione di un uomo (con le unghie laccate, ma senza la passione per il calcio e i motori) nel corpo di una donna, persino come interessi. Detesto fare shopping, non mi fermo mai davanti alle vetrine di gioielli e piuttosto che vestirmi elegante, preferisco una sonora martellata sulle gengive. Insomma, io sono pochissimo Martini con l’oliva, anatra all’arancia e Sex And The City. In compenso sono tantissimo birra, pizza e Fallout 4, per la gioia di mio marito.

E per fortuna che sul mio diploma campeggia la scritta ”figurinista di moda”…

Eppure, oggi vi stupirò con effetti speciali, presentandovi un ospite d’eccezione che ha fatto della sua passione per il mondo fashion un blog très chic e che ha tutte le carte in regola per diventare un luogo di successo.

Sto parlando dell’autrice del blog Belle Mai Banali; la splendida Marinella.

Marinella, ospite in questo mio blog che di solito tratta argomenti decisamente poco eleganti come modellismo aerospaziale e videogiochi, e che mi ha gentilmente concesso una bella intervista, mi ha fatto però scoprire tre donne incredibili e ammetto che il mio punto di vista si è ora leggermente spostato. Certo, continuerò a mettere jeans, a bere birra e giocare a Fallout perché fa parte di me da sempre e non farlo più sarebbe come tradire me stessa, ma devo dire che le sue parole sono state come un mantice che soffia sui carboni ancora accesi della figurinista che è in me. Mi ha ricordato quando inventavo abiti, quando disegnavo cartamodelli e cucivo, quando creavo le mie collezioni di moda.

Voglio perciò dire grazie a Marinella, perché mi ha fatto fare un tuffo nel passato, mi ha donato un punto di vista nuovo e più aperto nei confronti della moda intesa come forma d’arte ed espressione, e chissà, visto che fra un mese farò 41 anni, magari anche la voglia qualche volta di scivolare in un abito da donna : )





1) Da dove nasce l’idea di un blog?

L'idea del blog è nata circa 7 anni fa attraverso la lettura, arrivava la voce del Web-Log: traccia su rete e aggiungendo la parola fashion il gioco era fatto. Tuttavia, un seme rimasto tale per molto tempo. Non mi ritenevo in grado di attivare la costruzione informatica necessaria all'apertura di un blog.

Il seme era stato trasportato invece, da un vento che veniva da una terra lontana, rispetto a dove vivo oggi.
Un vento caldo che con piccoli vortici aveva raccolto la passione di una nonna e di un nonno e tramite mia madre era giunto a me.

2) Ti sei ispirata a qualche blogger famosa/o, per il tuo Bellemaibanali?

No, perlomeno non a blogger italiane.

Ci sono molti esempi, ma nessuno si rivolge a donne over 40 anni -it women -. Le foto di un trucco su una ventenne, a mio parere, non possono essere di grande aiuto.
Mostrare come una donna con qualche ruga, qualche chilo rispetto agli standard canonici taglia 38-40, deve mettere l'eye-liner, se la palpebra non è turgida come quella di una ventenne o come ci si trucca quando si ha un colorito con qualche discromia, questo sì è di aiuto.

3) Una domanda provocatoria: Cosa c’è di male a essere Bruttine e banali?

Penso che ogni donna che mette in cima alla lista delle sue priorità se stessa con i propri interessi, con le proprie curiosità per dare spazio alla donna che può essere, senza temere che piacere possa portarla verso vie pericolose è sempre BellamaiBanale.

Il mio motto è feed your dreams -nutri i tuoi sogni-.


Iris Apfel


4) Impariamo a conoscere Marinella, che ne dici? Chi eri prima di aprire questo blog?

Da sempre sono una lettrice curiosa.

Dopo un’iniziale diffidenza, volontariamente convertita ai social network, affascinata dal sorprendente contenitore Google, a domanda risponde, che immensità! Ovvio, con tutte le cautele del caso.
Nel quotidiano ho sempre posseduto il fare visionario, ma mi mancava il coraggio.

5) E chi sei ora?

Da qualche anno, dopo una gigantesca battaglia interiore, sono una over 50 entusiasta, con voglia di sperimentare.

A volte sognatrice, a volte pragmatica.
Perlopiù di giorno sono una prevedibile impiegata e dal pomeriggio inoltrato sono una donna con idee forti che sente che il processo è avviato. Aperta alle idee, alle proposte, in grado con agilità di mettersi in gioco con progetti strani, tipo l'apertura di un blog! Una outsider.

6) Hai progetti futuri importanti, magari legati a questa nuova avventura come blogger?

Nel futuro vorrei approdare ad una piattaforma di BellemaiBanali in grado di rispondere ai desideri di chi vuole sentirsi più sicura per affrontare il nuovo capo, i colleghi.

Un luogo, forse anche fisico, per chi ricerca quell'autostima che le è sempre mancata o sogna di sedurre o vuole vedersi più bella per un evento mondano o un matrimonio, oppure vuol conoscere i suoi punti di forza per iniziare un nuovo lavoro, una nuova vita.

7) Sei sempre stata interessata al mondo della moda e del make up, o c’è stato un momento della tua vita nel quale è scoccata la passione?

Direi interessata da sempre, conservo accessori da quando avevo 9 anni, mia madre è stata anche una rappresentante AVON di grande capacità e talento e fin da piccola la toilette -Mobile con specchi- di mio nonno, con i suoi imbuti per i profumi e i suoi borsalino, erano fonte di interesse. I vestiti delle bambole con i loro piccoli dettagli mi sorprendevano.

8) Nel tuo percorso scolastico e lavorativo, ci sono esperienze nel campo della moda o del make up, o si tratta di un amore del tutto autodidatta?

Ahimè, sono autodidatta, molto innamorata del mondo del fashion e non mi riferisco solo ai brand, ma alla storia delle maison a quello che il fashion business. L'effimero è un patrimonio che cela lavoro, cultura, arte che in alcuni paesi come la Francia è patrimonio nazionale. Mi piace approfondire le vicende delle grandi famiglie e degli stilisti.

Rossana Orlandi
9) Il tuo blog è indirizzato a donne mature, magari con qualche ruga, ma che consiglio senti di poter dare alle giovanissime, che prima o poi dovranno aver a che fare con l’età che avanza inesorabile?

E' un pubblico che a volte prende le scorciatoie per apparire al meglio ed è molto esigente. Vorrei per questo fare una riflessione; quando cucini puoi avere i giusti ingredienti, ma la qualità fa la differenza.

10) E alle donne over40, che messaggio vorresti dare?

Penso che debbano volersi bene. Ogni donna ha il compito di essere “persona viva e sensibile” con il piacere di vivere.

11) Nei confronti della chirurgia estetica, Marinella, da che parte sta?

Sono contraria, almeno finché non si è raggiunta la soglia dei 65-70 anni.

12) Tutte noi abbiamo una fonte d’ispirazione o una donna che ammiriamo in particolar modo nel mondo dello spettacolo, che sia attrice, cantante o show girl ha poca importanza. Nel mio caso, ad esempio, ci sono Grace Kelly e Marion Cotillard, che trovo dannatamente meravigliose. Tu chi ammiri in modo particolare e perché?

Donne, credo poco note, Rossana Orlandi: negli anni '70 si occupava di moda poi dal 2001 è diventata gallerista a Milano.
Iris Apfel: Esperta d'arte e interior designer, businesswoman e fashion icon.
Entrambe delle Personalità ispiratrici.
Carmen Dell'Orefice: una vera e propria regina delle passerelle.

Carmen Dell'Orefice
13) Ma parliamo un momento di look maschile. Quali sono gli errori che, secondo te, commette l’uomo over40, quando si parla di stile?

Trovo dannatamente seccante che nell'età in cui si è già grandi, sia necessario dire: cambiati, a teatro non puoi venire in tuta! Non fosse altro per il rispetto che si deve a chi lavora. La tuta si indossa in palestra.
La totale perdita di un'anima elegante, il disprezzo per la cravatta e salvo rari casi, la totale dimenticanza di scarpe spazzolate.

14) Immagino che tu sia piuttosto pratica anche di riviste cartacee. Quale magazine consigli alle donne che leggono il tuo blog?

Tra i settimanali Gioia e Donna Moderna, per citarne alcune. Per le riviste mensili Vogue, Glamour, Elle.

15) Un’ultima domanda: qual è il tuo segreto per apparire sempre al meglio?

Non essere pigre o perlomeno non esserlo troppo.

Nessun commento:

Posta un commento

L'admin di Cento27001.blogspot.com pur non rispondendo di quanto scritto nel proprio blog dagli utenti, che se ne fanno pienamente carico, si riserva di cancellare, a suo insindacabile giudizio, qualsiasi commento che a seguito di una propria verifica o di una segnalazione ricevuta da terzi, venga ritenuto offensivo o volgare. Si invitano comunque tutti gli utenti a far uso del buonsenso e della buona educazione.
Grazie a tutti.

Koti on siella missä sydämesi on