martedì 17 giugno 2014

# Helsinki Kiitos # InterView

InterView: Finlandia - Maria


Un nuovo post sulla mia adorata Finlandia si affaccia nel mio blog!

Casualmente, ho avuto modo di conoscere una persona che condivide con me l’amore per questa favolosa terra, così ho pensato bene di non farmela scappare decidendo di farle una bella intervista! Ecco a voi, per InterView, l’amica Maria!

‘Finlandia amore mio.’ Come è sbocciato l’amore?

La mia professoressa d’inglese delle medie portò in classe uno di quei form da compilare per avere gli amici di penna. A me capitarono un paio di persone alle quali scrissi, ma che non mi risposero mai. E poi, un giorno, arrivò una lettera tutta azzurra da una ragazzina finlandese che è, tuttora, mia amica e corrispondente. Da quel momento tutto quello che viene dalla terra dei laghi, io lo guardo con un occhio particolare, mi sembra che sia a priori interessante!

Esattamente quali posti hai visitato?

Sono stata ad Oulu e nell’interno di quella zona, visitando paesi medio-piccoli e piccolissimi come Revonlahti e Raahe, ma ho visto anche Rovaniemi con l’Arktikum museum e il villaggio di Babbo Natale, Tampere e la sua bella cattedrale, oltre al parco dei divertimenti Sarkanniemi e la stazione sciistica di Iso-Syote. Purtroppo non ho avuto modo di visitare Helsinki (lo so, è ridicolo!) se si esclude l’aeroporto (che poi è a Vantaa, quindi nemmeno vale).

Quale di questi ti è rimasto particolarmente nel cuore e perchè?

Sembrerà strano, ma proprio il minuscolo paese natale (800 abitanti) della mia amica, Revonlahti: abitare immersi nel verde, fare la sauna e il bagno nel fiume per me sono state esperienze bellissime, oltre al fatto che sono stata accolta come una persona di famiglia.

Cos’è che proprio non capisci della Finlandia o dei suoi abitanti, diciamo quindi un aspetto negativo?

La mia risposta è senza dubbio vista con gli occhi della turista, ma ho notato che i rapporti interpersonali – soprattutto fra giovani uomini e donne – sembrano difficili se prima non sono aiutati da generose dosi di alcol. Ma io vengo dall’Italia del sud, dove anche la vecchietta in fila dietro di te al supermercato ti attacca bottone.

Hai tentato la lettura del poema epico finlandese Kalevala. Cosa ti ha colpito di questa lettura?

Il tono rapsodico e la totale sensazione di creazione di un mondo, almeno per la parte che pertiene alla cosmogonia: siamo abituati ad associare epica a Omero, ma in questo caso sembrerebbe più un incrocio tra Esiodo e un qualche poema vedico dalle centinaia di migliaia di versi. In una sola parola, vertiginoso.

Ti invito a pranzo a Helsinki, cosa ti va di mangiare?

Considerando che la Finlandia è l’unico Paese da me visitato in cui esistono dei fast food vegetariani, direi che possiamo farci un panino da Vegemesta.

Arto Paasilinna, celebre scrittore finlandese, cosa apprezzi di lui?

Il suo umorismo molto leggero e la sua capacità di raccontare situazioni paradossali e le loro ancor più assurde conseguenze come se fossero la cosa più normale del mondo.

Abbiamo gusti simili per quanto riguarda la musica, la tua canzone preferita nata da un gruppo finlandese?

Autumn Harmony, dei For my pain, un gruppo formato da vari musicisti (alcuni dei Nightwish, mentre il cantante è Juha Kylmanen dei Reflexion, band di Oulu). E’ una canzone molto malinconica, ma mi ricorda un periodo meraviglioso della mia vita. Ah beh, e poi qualsiasi cosa esca dalla bocca di Ville Valo.

Dicci una parolina in suomi!

Kiitos! (la prima parola che ho imparato dopo i bestemmioni sanguinosi, che notoriamente sono le cose che ci si insegna reciprocamente fra amici di lingua diversa)

Secondo te, chi intende visitare la Finlandia per la prima volta cosa non deve assolutamente perdersi?

D’estate o d’inverno, la meraviglia della sua natura… laghi, fiumi, boschi, ma attenti ai moscerini!

Se ti dico Alvar Aalto, cosa mi rispondi?

Il sanatorio di Paimio, da totale profana, perché era nel mio esame di storia dell’arte moderna all’università.

Un lato negativo e uno positivo della popolazione finlandese?

Negativo, come accennavo sopra, forse la diffidenza o la troppa timidezza, almeno agli occhi di un visitatore dell’area mediterranea. Lati positivi moltissimi: sono persone gentili e generose, e quando si affezionano a te è davvero come se fossi di famiglia.

Ci racconti un aneddoto divertente che ti è capitato laggiù?

L’ultima volta che sono andata a trovare la mia amica mi è capitato di dover passare una giornata da sola con sua madre, la quale parla poco inglese (sulle telefonate tra lei e la mia di madre, ci vorrebbe un’intervista a parte!) e, ovviamente, nessuna parola di italiano ma, non so dove, è riuscita a reperire un manuale di conversazione finlandese-italiano e abbiamo passato la giornata a ridere perché lei diceva in italiano cose tipo “ho la diarrea, potrebbe indicarmi un bagno?” e io di rimando tentavo di leggere in finlandese la traduzione di “grazie, ma preferisco che ci facciamo solo le coccole” e simili.

Stai per tornare in Italia e vuoi comprarti un souvernir, cosa acquisti come ricordo?

Un cappello sami! Anzi, no, ce l’ho già…

Qualche parola sul Salmiakki.

Dicono che sia quel tipo di cibo a cui devi fare il gusto. Come la Guinness, per intenderci. Sarà, ma la prima volta per me è stato un trauma! Ora però posso dire fieramente di aver mangiato la liquirizia salata!

Ultima domanda: Se la Finlandia fosse:

Un colore: verde

Un sentimento: nostalgia
Un aggettivo: magnetica

5 commenti:

  1. Come si fa a non amare questa terra magica? Io l'amavo ancor prima di metterci piede e ci tornerò fra due mesi esatti: non ved l'ora.
    Mi piacerebbe passare molto più tempo, conoscere la vera Finlandia, viverla non da turista... amo ogni cosa: la musica, il modo in cui si approcciano, anche se hanno bisogno di bere per essere espansivi. Amo la loro semplicità, il loro modo austero ma vero di essere.
    Bell'articolo, complimenti.
    PS: come si fa a non amare ogni cosa che esce dalla bocca del Sig. Valo, poi? :D

    RispondiElimina
  2. Ciao Gwen, grazie per la tua visita e per i complimenti! Ti chiedo già ora se ti va di partecipare al mio blog, con una bella intervista, al tuo ritorno dalla Finlandia! Che ne dici?

    Un salutone!

    RispondiElimina
  3. Hai visitato davvero tantissimi posti in Finlandia, beata te! *O* Non vedo l'ora di andarci!

    (Valo for president)

    RispondiElimina
  4. Con piacere, ne sarei felice: avrò 8 giorni questa volta per poter visitare Helsinki e dintorni! :D

    RispondiElimina
  5. Perfetto! Allora attendo il tuo ritorno! Contattami tu quando sei pronta :) Buon viaggio!

    RispondiElimina

L'admin di Cento27001.blogspot.com pur non rispondendo di quanto scritto nel proprio blog dagli utenti, che se ne fanno pienamente carico, si riserva di cancellare, a suo insindacabile giudizio, qualsiasi commento che a seguito di una propria verifica o di una segnalazione ricevuta da terzi, venga ritenuto offensivo o volgare. Si invitano comunque tutti gli utenti a far uso del buonsenso e della buona educazione.
Grazie a tutti.

Koti on siella missä sydämesi on