giovedì 9 febbraio 2017

# Diario di viaggio # Helsinki Kiitos

Diario di Viaggio: Helsinki Giorno 5 - Davide


Ritorniamo insieme a Davide nella nostra bellissima Helsinki, per leggere il suo ultimo giorno di viaggio. Pronti a tornare a casa? Beh, Davide e la sua compagna di viaggio, no. :)

10/08/2010

            La nostra ultima mattina è dedicata al Museo di Scienze Naturali (Luonnontieteellinen), al cui ingresso si trova la statua di un alce; accanto alla biglietteria, si trovano un elefante, un facocero e delle faraone.

            Le prime due sale che visitiamo raccolgono le ossa degli animali, raccontandone la loro evoluzione. Tutte le didascalie sono in finlandese, svedese e inglese, i nomi degli animali anche in latino. Per la mostra temporanea, sempre a piano terra, il tema è “gli animali sulle navi”, con ricostruzioni di alcune parti delle navi, le attrezzature e ovviamente tanti animaletti, tra cui un topo gigante vestito da capitano all'ingresso della sala. 

            Al primo piano del museo una vera attrazione: il corpo mummificato di una foca di oltre 4000 anni. Su questo piano ci sono i diorama che illustrano i vari paesaggi del mondo, con la flora e la fauna caratteristica: spettacolari soprattutto quello dell'orso polare che cattura la foca mezzo sommerso, gli orsi che acchiappano i salmoni che risalgono il fiume – l'effetto dell'acqua in movimento è incredibile – e la tigre che sta per prendere un cervo in mezzo alla neve. 

Inoltre i titoli dei diorama sono molto poetici: "La primavera si risveglia nella Taiga del Canada Occidentale”, “Erba lontana fino a dove gli occhi possono vedere..."

            All'ultimo piano, per la gioia di Davide, che sembra un bambino davanti ai regali la notte di Natale, ci sono i dinosauri: uno Shunosauros Lii, un Gigantosaurus Carolinii, un Plesiosaurus e una testa di T-Rex.

Questo scatto è della sottoscritta e risale al 2008 :)
            C'è anche uno spazio dedicato agli oggetti usati dall'uomo, sul balcone che dà sulla sala dei dinosauri: molto carino è il banco di scuola in legno di una volta; addirittura, in bacheca, sono esposti i cellulari (fa un certo effetto vederli lì).

            Per motivi di tempo non visitiamo la sala dedicata alla flora e fauna finlandese; torniamo per l'ultima volta a pranzo al mercato – oggi anelli di totano per entrambi, verdure per me e patate per Davide; scopriamo, con un certo orrore, che l'olio usato per friggere somiglia più a acqua tinta appena di giallo – recuperiamo le valige, andiamo alla stazione, pausa bagno (il bagno della stazione più bello e più pulito che abbia mai visto) e prendiamo l'autobus che ci porterà in aeroporto.

È GIÀ FINITA!!!

Non vedo l'ora di tornare.

Nessun commento:

Posta un commento

L'admin di Cento27001.blogspot.com pur non rispondendo di quanto scritto nel proprio blog dagli utenti, che se ne fanno pienamente carico, si riserva di cancellare, a suo insindacabile giudizio, qualsiasi commento che a seguito di una propria verifica o di una segnalazione ricevuta da terzi, venga ritenuto offensivo o volgare. Si invitano comunque tutti gli utenti a far uso del buonsenso e della buona educazione.
Grazie a tutti.

Koti on siella missä sydämesi on