sabato 9 settembre 2017

# Cucina Italiana

Torta Salata agli Asparagi, Porro e Ricotta Gluten Free


Bentrovati cari Naviganti! 
Ultimamente parlo spesso di cucina, non è vero? Sarà colpa della bella stagione che mi fa venire voglia di cucinare! 
Tranquilli, tornerò a parlare anche di libri, viaggi e miniaturismo. Non disperate! 

Oggi vado a raccontarvi una Torta Salata agli Asparagi, Porro e Ricotta Gluten Free, che ho fatto al marito a fine aprile, quando ancora dal mio spacciatore di fiducia (ricordate?) si trovano ottimi asparagi a chilometro zero. Andiamo a vedere come l'ho realizzata! 

Ingredienti (per una tortiera da 24 cm A CERNIERA):
  • 400 grammi di ricotta freschissima 
  • 3 uova medie biologiche
  • 1 porro
  • Zenzero fresco
  • Prosciutto cotto tagliato a dadini senza glutine
  • 500 grammi di asparagi verdi (sottili o meno non ha importanza)
  • 1 rotolo di pasta sfoglia senza glutine
  • Parmigiano Reggiano grattugiato
  • Un pizzico di curry (mi raccomando, controllate che sia senza glutine)
  • Un pizzico di curcuma
  • Sale
  • Pepe nero
  • Olio Evo
Come prima cosa andiamo a pulire molto bene gli asparagi. Teniamo le teste da parte ed eliminiamo la parte dura e coriacea in fondo al gambo. 


Tagliamo a piccoli pezzettini gli asparagi e bolliamoli per il tempo necessario (circa quindici, venti minuti).  A questo punto andiamo a scaldare in una padella antiaderente un filo d'olio Evo e dopo aver lavato, pulito e tagliato a rondelle sottili il porro, facciamolo imbiondire insieme a una generosa grattugiata di zenzero fresco. 


Quando il porro è pronto, scoliamo gli asparagi senza gettare l'acqua di cottura e buttiamoli nella padella insieme alle teste. Condiamo con sale, pepe nero, il pizzico di curry (senza glutine) e la curcuma. Uniamo un mestolo scarso dell'acqua di cottura degli asparagi e copriamo con un coperchio, possibilmente di vetro. Abbassiamo la fiamma e lasciamo cuocere finché le teste degli asparagi non saranno pronte. Una volta cotte, tenete da parte qualche testa per la decorazione finale.



A questo punto possiamo procedere a fare la farcia. 

In un boule mettete la ricotta, il Parmigiano Reggiano, le tre uova e il prosciutto cotto a dadini. Mescolate e quando gli asparagi sono pronti, spegnete la fiamma, attendete che intiepidiscano e uniteli al composto. Mescolate ancora e lasciate riposare dieci minuti.


Nel frattempo foderate la teglia con la carta da forno precedentemente bagnata e strizzata bene. Adagiate al suo interno la pasta sfoglia senza glutine e bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta. 


A questo punto versate la farcia nella tortiera dopo averla assaggiata e, nel caso, corretta di sale, livellatela con il dorso di un cucchiaio e spolveratela di Parmigiano Reggiano. Ripiegate verso l'interno i lembi di pasta sfoglia rimasti scoperti e poggiate sulla torta alcune teste di asparago. 

Cospergete ancora con una seconda generosa dose di Parmigiano e infornatela a 200 gradi non ventilati per circa 35/40 minuti. Fate sempre la prova dello stecchino, prima sfornare. Se vedete che la superficie della vostra torta si sta scurendo troppo (o se lo sapete in anticipo perché conoscete bene il vostro forno), coprite la torta con della carta stagnola e scopritela solo gli ultimi dieci minuti di cottura. 



La torta si mantiene benissimo per circa 3 giorni. E' buona sia fredda che calda e se avete ospiti a cena e volete fare i fighi, introducete nella farcia (immergendole proprio e nascondendole alla vista) due uova sode, precedentemente sgusciate, salate e pepate. Quando i vostri ospiti taglieranno una fetta di torta, rimarranno stupiti :)

Nessun commento:

Posta un commento

L'admin di Cento27001.blogspot.com pur non rispondendo di quanto scritto nel proprio blog dagli utenti, che se ne fanno pienamente carico, si riserva di cancellare, a suo insindacabile giudizio, qualsiasi commento che a seguito di una propria verifica o di una segnalazione ricevuta da terzi, venga ritenuto offensivo o volgare. Si invitano comunque tutti gli utenti a far uso del buonsenso e della buona educazione.
Grazie a tutti.

Koti on siella missä sydämesi on